Etica ed economia
Una critica radicale a Michael Novak e ai teocon

introduzione
 

di Oscar Nuccio

Emerito di Storia del Pensiero Economico all'Università di Roma "La Sapienza"

scritto nell'aprile del 2004
pubblicato qui agosto 2005



Si consiglia anche la lettura dell'articolo Le saponette dell'Impero




Nota introduttiva di Miguel Martinez:

So che pochissimi leggeranno il lungo e complesso testo che segue. Eppure è importante, perché tocca un argomento cruciale, di cui non parla nessuno.

in corso un lavoro immenso, promosso in particolare dall'American Enterprise Institute, gigantesca fondazione dedita all'esaltazione del capitalismo militarizzato americano.

In sostanza, si vuole ripetere quello che successe molti secoli fa, quando Costantino fece lo storico baratto con la Chiesa dei suoi tempi: la Chiesa avrebbe garantito l'Impero e benedetto le sue armi; in cambio, l'Impero avrebbe riconosciuto alla Chiesa il potere di benedizione e il controllo caritatevole sui poveri.

Oggi, le "chiese" sono molte, e non solo religiose, ma anche ideologiche e culturali. Ma l'Impero ha un patto da proporre a tutte: voi ci riconoscete come unica potenza legittima, con diritto di vita e di morte sull'umanità e sulle sue nazioni, e noi vi regaleremo i poveri dei nostri tempi.

Fino a poco tempo fa, vigeva il principio che i "poveri" - che vanno dai nostri pensionati fino alle vittime delle mine in Angola - dovevano essere sostenuti dalla collettività, perché alla fine non esiste un diritto assoluto di proprietà: si tratta di un principio condiviso, in fondo, da cattolici, socialisti, comunisti e anche conservatori, almeno quelli europei.

Oggi il capitale è invece svincolato da ogni restrizione; lo stato è semplicemente uno strumento armato a difesa della proprietà. I poveri si scaricano ai volenterosi: ecco che ovunque si diffonde la cultura del "volontariato", si moltiplicano le ONG e le associazioni a sfondo religioso.

Nel mondo cattolico, l'offensiva viene condotta su alcuni temi fondamentali, in particolare dal teologo americano Michael Novak e dai suoi numerosi seguaci e amici italiani, dal liberale Dario Antiseri al satanista Gianni Baget Bozzo:

  • - si presentano gli Stati Uniti come la potenza cristiana per eccellenza, in guerra contro l'ateismo comunista e contro l'Islam

  • - si afferma che il capitalismo sarebbe la vera economia cristiana, perché esalta l'individuo

  • - si sostiene che solo l'individuo libero si può salvare, perché può fare scelte; ma proprio per questo, non devono esistere freni al capitalismo, è l'imprenditore stesso che deve scegliere, se lo desidera, di comportarsi "eticamente"

  • - si cerca di rovesciare la vecchia tesi secondo il capitalismo sarebbe di matrice protestante, sostenendo che esso invece sarebbe il frutto della cultura delle opere caratteristica del cattolicesimo, e cercando precedenti storici alla consacrazione del prestito a interesse, come ad esempio i Monti di Pietà. A questo proposito, vengono addirittura invocati gli ordini mendicanti.

Questi sono i punti cruciali in discussione. Anche il più incallito laico dovrebbe capire che segneranno il futuro di un'istituzione cui fanno riferimento circa un miliardo di esseri umani. E che sono molto più importanti delle discussioni sui crocifissi o sull'ora di religione.

Presentiamo qui uno dei pochissimi studi che smaschera ad uno ad uno questi punti. Non è opera di un rivoluzionario anticapitalista, ma di un cattolico conservatore, professor Oscar Nuccio, Emerito di Storia del Pensiero Economico all'Università di Roma La Sapienza (morto circa un anno fa), che commenta a sua volta gli studi di Don Ennio Innocenti, un sacerdote romano, autore di una sessantina di volumi e opuscoli.

Questo studio fu presentato come relazione a un convegno su "Etica ed economia" svoltosi l'anno scorso.

Ringrazio Andrea Carancini per la segnalazione.

All'articolo di Oscar Nuccio



Gli articoli apparsi originariamente su questo sito possono essere riprodotti liberamente,
sia in formato elettronico che su carta, a condizione che
non si cambi nulla, che si specifichi la fonte - il sito web Kelebek http://www.kelebekler.com -
e che si pubblichi anche questa precisazione
Per gli articoli ripresi da altre fonti, si consultino i rispettivi siti o autori




e-mail


Visitate anche il blog di Kelebek

Home | Il curatore del sito | Oriente, occidente, scontro di civiltà | Le "sette" e i think tank della destra in Italia | La cacciata dei Rom o "zingari" dal Kosovo | Il Prodotto Oriana Fallaci | Antologia sui neoconservatori | Testi di Costanzo Preve | Motore di ricerca