Le saponette dell'Impero
IV parte
 

di Miguel Martinez




Questo è il quarto di una serie di otto articoli su Amway, i cristianisti o "theocon" e l'Impero americano.

All'articolo successivo
All'articolo introduttivo






Lo spettacolo e il sogno

Le grandi aziende americane spesso hanno come principale prodotto, non i beni reali, ma le fantasie che fanno da aureola ai beni reali.

La Coca Cola è nata come una pseudomedicina, ha campato per anni sul suo contenuto (vero e/o immaginario) di coca, prima di diventare un simbolo pubblicitario di fantasie di leggerezza e americanicità; in particolare, dell'adolescenza infinita, che ammette solo la morte dell'altro, mai quella propria.

Anche il McDonald's, più che carne e pane, è una serie di fantasie che sono il prodotto finale di una gigantesca opera di ingegneria sociale e psicologica, che avrebbe fatto l'invidia di Stalin. È il pupazzo Ronald McDonald, un luogo di allegria per i bambini, e per gli adulti, un sapore dell'infanzia. McDonald's è un sapore preciso e segreto - quanto la formula della Coca Cola - che è stato creato in laboratori chimici degli Stati Uniti e viene introdotto in ogni prodotto per rendere uniforme e intercambiabile il cibo in tutto il pianeta.





Non è diversa Amway. Tutte queste aziende partecipano del concetto fondante di sogno, the American dream.

Il mondo reale è fatto di travet stempiati e di casalinghe obese, che sognano però di entrare nel mondo parallelo dell'illusione commerciale: il dream è il valore aggiunto e inafferrabile rappresentato dalla splendida modella che compare nel manifesto pubblicitario accanto a una banale automobile.

La loro obbedienza viene garantita dall'affermazione che qualcuno ce l'ha fatta a entrare nel mondo parallelo: lo stesso Richard DeVos padre, fondatore di Amway, sostiene di essere stato povero, esattamente come ogni predicatore evangelico si vanta di essere stato peccatore, prima di incontrare Gesù.

La certezza che qualcuno ce l'ha fatta implica che anche tu devi farcela; se non ce la fai, è per qualche difetto tuo, o perché non ti sei sforzato abbastanza. E così la rabbia e la ribellione che montano si trasformano in un masochistico disprezzo di sé.

Sapere che qualcuno ce l'ha fatta ha senso solo se si dice che qualcuno che è proprio come me ce l'ha fatta. Questa è la base reale dell'illusione democratica degli Stati Uniti.

"Democrazia" dovrebbe significare, decido anch'io. Invece negli Stati Uniti, significa, la porta è aperta anche per me, perché entri nell'élite; e ovviamente la condizione per entrare nell'élite, è che l'élite resti saldamente al suo posto.

Perché l'illusione regga, occorra il testimonial. Il prototipo del testimonial è il mitico Horatio Alger Jr (1832-1899), un ministro protestante espulso dalla sua chiesa per aver molestato alcuni giovanissimi fedeli, ma che si rifece diventando autore di 118 romanzi, 280 novelle pubblicate sui giornali e oltre 500 racconti brevi, tutti dedicati a esaltare la figura del ragazzo povero che incontra il successo grazie alle proprie capacità, all'adeguamento al sistema e al mecenatismo di un buon capitalista. Non sorprende sapere che Richard DeVos fa parte proprio di un'associazione denominata Horatio Alger Club.





Oltre un secolo fa, la copertina di "Grit" - "grinta" - conteneva già in potenza tutta l'iconografia del successo capitalista


Il più grande testimonial di tutti i tempi però è stato Ronald Reagan, non a caso prestato dallo spettacolo alla politica:
Raccontò Donald Regan, il suo capogabinetto alla Casa Bianca, che al vertice dei G7 a Venezia, quando andò a cercare il suo capo in ritardo per una cena ufficiale nella suite dell'hotel, lo trovò seduto davanti a un televisore che trasmetteva cartoni animati di Bugs Bunny e Tom & Jerry. 'Era l'unica trasmissione che riuscissi a capire in italiano', sorrise timido il presidente.
(Vittorio Zucconi, George. Vita e miracoli di un uomo fortunato, Feltrinelli, 2004, p. 46).
Non si tratta solo del tentativo di un potente di essere "vicino al popolo", alla maniera di Umberto Bossi. Piuttosto, si tratta della dimostrazione che ogni uomo può diventare presidente, purché interiorizzi con tutto se stesso i valori del dominio. Ecco che in Amway assume un'enorme importanza il culto di alcune persone che avrebbero cominciato "come tutti" e che oggi sarebbero miliardarie: è proprio l'ideologia dell'uomo comune che comporta necessariamente l'adorazione di certi "uomini comuni".




L'attore di Hollywood viene trasformato in un democratico contadino


Dio Padre consiglia Amway

Non è un caso che Reagan e DeVos siano entrambi uomini religiosi, nel particolarissimo senso che questo termine ha negli Stati Uniti.

Richard DeVos padre spiega così la generosità con cui finanzia movimenti della destra religiosa:

"La Bibbia parla molto della ricchezza e del duro lavoro. Credo di seguire l'ammonimento di fare come mi è stato chiesto: lavorare sodo, diventare ricco e poi condividere qualcosa della mia ricchezza."
Ora, noi sappiamo che la Bibbia non parla di vendite piramidali di saponette, accompagnate da jingle pubblicitari, ma di pecore e uliveti. Il mondo di Isaia somigliava certamente di più ai territori occupati della Palestina che a Chicago (o a Tel Aviv, se è per questo); comunque, come diceva William Blake
Both you and I read the Bible day and night,
but where you read black I read white.

("Sia tu che io leggiamo la Bibbia giorno e notte / ma dove tu leggi nero io leggo bianco")

Anche l'altro socio fondatore di Amway, Jay Van Andel, finanzia numerose istituzioni fondamentaliste, tra cui il Van Andel Creation Research Center, un laboratorio per "ricercatori" convinti che il mondo sia stato creato in sei giorni, come racconta la Bibbia.

Dio in persona (la democrazia americana è anche questo) ha spiegato a Birdie Yager - la moglie di Dexter - il senso dell'impresa: i dialoghi tra la combattiva venditrice e il Padreterno furono distribuiti sotto forma di stampato a una riunione dei venditori "smeraldo" nel 1994. Birdie chiede al suo illustre (e trinitario) amico,

"buon giorno, Padre, Figlio e Spirito Santo, mi dai qualcosa di speciale per questa gente stamattina, Padre?"
Dio risponde:
"Ho creato l'azienda Amway come uno strumento per raggiungere quelli che si erano persi [..] Ho messo la mia unzione perché siate leader nell'impresa Amway. Voglio che i miei figli prosperino, ma dovranno lottare []. Udite la voce del Signore. Faccio di te un vincitore nella vita []

Io vi guiderò come ho guidato i figli d'Israele.

[..] Questa azienda è una specie di rifugio per voi, i miei figli. L'ho voluta perché voglio che impariate di più a proposito di ME dai miei leader, che sono i vostri servitori".

Il sito dei coniugi Dexter riassume tutto nel suo titolo: "The Power of a Dream: Faith Fun Family Finance and Freedom" - "La potenza di un sogno. Fede, divertimento, famiglia, finanza e libertà".




Cartello stradale in Florida: "Dobbiamo parlare" - firmato, Dio


All'articolo successivo




Gli articoli apparsi originariamente su questo sito possono essere riprodotti liberamente,
sia in formato elettronico che su carta, a condizione che
non si cambi nulla, che si specifichi la fonte - il sito web Kelebek http://www.kelebekler.com -
e che si pubblichi anche questa precisazione
Per gli articoli ripresi da altre fonti, si consultino i rispettivi siti o autori




e-mail


Home | Il curatore del sito | Oriente, occidente, scontro di civiltà | Le "sette" e i think tank della destra in Italia | La cacciata dei Rom o "zingari" dal Kosovo | Il Prodotto Oriana Fallaci | Antologia sui neoconservatori | Testi di Costanzo Preve | Motore di ricerca | Kelebek il blog