TRADIZIONE FAMIGLIA PROPRIETÀ
Associazione cattolica o setta millenarista?




Capitolo II
I due principi di progressione



Per ben afferrare le tappe indispensabili da raggiungere per diventare un militante TFP, occorre aver presente due principţ applicati da questa associazione.

Il primo principio

La TFP non si può comprendere immediatamente, ma la si conosce essenzialmente a poco a poco, mediante un contatto personale che si instaura tra colui che si avvicina alla TFP e coloro che sono incaricati della sua iniziazione.

  • ╚ dunque indispensabile assistere a molte riunioni informali dove si parla a ruota libera e si risponde agli interrogativi del ragazzo in cui la TFP vede il suo futuro militante.

  • ╚ anche indispensabile recarsi il numero di volte più elevato possibile in Brasile, poiché tali viaggi possono accelerare l'iniziazione. ╚ là, più che altrove, che il giovane militante trova tutto l'insegnamento orale della TFP.

╚ osservando vivere i militanti della TFP e vivendo "nella TFP" che si scopre lentamente e per tappe successive cos'è che si cela realmente dietro questa sigla. ╚ ciò che nel linguaggio TFP si identifica con "la convivenza". Gli stessi militanti brasiliani affermano che la TFP non la si conosce leggendo libri! Questo primo principio d'azione ha come conseguenza diretta l'obbligo per il futuro militante di recarsi sempre più frequentemente ad un centro TFP e, quindi, di allontanarsi ben presto dalla sua famiglia e dall'ambiente naturale in cui aveva tutte le sue relazioni. D'altra parte, tale iniziazione non è basata su di un ragionamento logico. Appena un militante accenna un inizio di riflessione critica, subito è tacciato di spirito cartesiano. Ora, il più grande rimprovero fatto ai francesi dal Dr. Plinio è di essere nutriti di cartesianismo, tanto che il loro spirito, come schiacciato da una cappa di piombo, non riesce più a "meravigliarsene".




Volantinaggio della TFP americana contro l'omosessualità - aprile 2004


La prima cosa che deve fare il militante è di non servirsi più della sua intelligenza. "Lei riflette troppo: è una tentazione del demonio", ha detto un giorno un responsabile brasiliano ad un francese. ╚ proprio a causa di questo abbandono volontario dell'uso dell'intelletto che tutti i genitori hanno osservato nei loro figli un ripiegamento su sè stessi, un'evidente tendenza al segreto e una certa oppressione. Poiché, via via che il militante viene iniziato, avverte da sè stesso il bisogno di nascondere ciò che conosce o che scopre, ben sapendo che se raccontasse tutto quello che sa non incontrerebbe che incredulità e disapprovazione.

Diceva un giorno il responsabile brasiliano della TFP francese ad un padre di famiglia: "Non si può dire che l'insegnamento non sia scritto, ma che si impartisce per mezzo dell'esempio, altrimenti verremmo accusati di essere una setta". ╚ quindi in nome di questa iniziazione progressiva che un giorno lo stesso responsabile fece venire un militante sposato per rimproverarlo di parlare troppo con la moglie e ricordargli che "la vita interna della TFP non riguarda nessuno". Molti genitori entravano in urto con i loro figli il cui linguaggio sembrava ermetico. Per esempio, le espressioni "ricevere delle grazie" o "essere stato convertito" significavano semplicemente aver progredito nell'iniziazione all'interno della TFP ed essere più convertiti alla medesima. Così, non di rado è possibile udire frasi del tipo: "Egli ha ricevuto molte grazie in occasione del suo viaggio in Brasile". Che tradotta significa: "Egli ha accettato senza fiatare diverse tappe d'approfondimento della TFP".

Il secondo principio

La TFP conosce l'arte di adattarsi alle convinzioni di chi l'avvicina. Uno dei metodi utilizzati dai militanti della TFP per non spaventare chi s'avvicina è la restrizione mentale. A poco a poco, essa viene "insegnata" come un'abilità molto utile per non mentire, e i risultati provano che il metodo, ahimè, porta i suoi frutti. Numerosi genitori hanno potuto osservare a più riprese che alcuni giovani penetrati dalle convinzioni della TFP non si rendevano più conto se praticavano la menzogna o meno e asserivano delle contro-verità a proposito di fatti conosciuti senza nemmeno dubitare che il loro interlocutore avesse già in mano la prova della loro falsità.

Al fine di chiarire questo punto, non sarà inutile riportare un episodio vissuto. Una persona chiese ad un ragazzo se conosceva l'abito della TFP. Il ragazzo rispose. "Sì! L'ho visto in fotografia", omettendo di dire che l'aveva indossato più volte. Anche se en passant, ricordiamo il fatto che l'arte di adattarsi alle convinzioni dell'interlocutore è stata molto utile per convincere le buone volontà a finanziare la TFP attraverso l'associazione "Assistance Jeunesse".

Con chi si mostrava favorevole alla Tradizione cattolica ci si fingeva "tradizionalisti", e con chi invece si mostrava più moderato ci si fingeva conservatori, ecc... Partendo dunque da questi due principţ essenziali per comprendere come la TFP attiri le persone, descriveremo ora le tappe sintomatiche che bisognerà affrontare per diventare un "vero militante TFP completo". Vorremmo precisare che per dare più chiarezza e coerenza a questo dossier, abbiamo raggruppato sotto differenti capitoli gli stadi evolutivi all'interno della TFP.

Tuttavia, queste tappe non rispettano forzatamente un rigoroso ordine cronologico. Esse sono in funzione della rapidità d'evoluzione e di adesione di colui che penetra nella TFP. Inoltre, siccome la TFP è iniziatica, aggiungiamo che coloro di cui riportiamo qui la testimonianza, non avendo raggiunto gli ultimi gradi di tale iniziazione, non possono conoscere i "segreti" rivelati nei livelli successivi che non hanno mai raggiunto!...





Nota: Questo libretto è stato inserito nel sito Kelebek per fornire documentazione sull'organizzazione "Tradizione, Famiglia e Proprietà" e non rispecchia necessariamente il punto di vista del curatore del sito.

All'indice dei capitoli del libretto

Al prossimo capitolo






Gli articoli apparsi originariamente su questo sito possono essere riprodotti liberamente,
sia in formato elettronico che su carta, a condizione che
non si cambi nulla, che si specifichi la fonte - il sito web Kelebek http://www.kelebekler.com -
e che si pubblichi anche questa precisazione
Per gli articoli ripresi da altre fonti, si consultino i rispettivi siti o autori



e-mail


Home | Il curatore del sito | Oriente, occidente, scontro di civiltà | Le "sette" e i think tank della destra in Italia | La cacciata dei Rom o "zingari" dal Kosovo | Il Prodotto Oriana Fallaci | Antologia sui neoconservatori | Testi di Costanzo Preve | Motore di ricerca | Kelebek il blog